Quando si tratta di pianificare in maniera efficiente e vantaggiosa il futuro finanziario dei propri figli, soprattutto se gli stessi sono purtroppo affetti da qualche forma di disabilità o qualche patologia grave, si può sempre prendere in considerazione la costituzione di un trust per disabili.
Questo strumento di diritto anglosassone, che permette di porre sotto protezione un patrimonio personale, allo scopo di garantire un futuro più sereno ad un membro della famiglia che necessiti qualche forma di sostegno finanziario, anche dopo la dipartita dei propri genitori.
Per evitare che la persona possa essere coinvolta in complesse procedure successorie, e allo stesso tempo, per fornire una tutela del patrimonio personale più efficiente, è appunto possibile sottoscrivere questo tipo di contratto, avendo l’accortezza di dargli le migliori caratteristiche.
Oltre ad aver bisogno di un amministratore esperto, che si occupi di tutti gli aspetti che riguardano l’amministrazione propria del trust, è infatti necessario poter contare su un consulente che, attraverso le sue competenze, possa consigliarvi come personalizzare in modo ottimale il contratto.

BSD Service: paradisi fiscali, conti corrente esteri, società offshore

I trust per disabili possono essere impiegati per la protezione patrimoniale, soprattutto da eventuali pretese di altre persone che vogliano approfittare della debolezza del beneficiario che, se non potesse contare su questo strumento, non disporrebbe di una tutela del patrimonio personale sufficientemente efficace.
Quante volte, infatti, si leggono notizie di eredi legittimi che, a causa di una patologia debilitante, divengono facili vittime di malversazioni operate da parenti interessati, che abusano della situazione per sottrarre parte del patrimonio netto o componenti di reddito spettanti invece all’erede.
Il trust non è una scorciatoia per eludere i propri obblighi di legge, soprattutto relativamente ai diritti di altri membri familiari, tuttavia, se utilizzato con accortezza, permette di ottenere anche un risparmio fiscale, nonché la vigilanza di colui il quale si occupa di amministrare il contratto.

Da questo punto di vista, oltre a fornire una reale protezione patrimoniale, permette infatti di pianificare come debbano essere utilizzati i beni conferiti al suo interno, o ancora, quale porzione di reddito derivante dall’amministrazione, debba essere impiegata a favore del beneficiario.
Per riuscire ad ottenere comunque solo benefici dall’uso di questo istituto giuridico appartenente ai sistemi common law, individuando peraltro la giurisdizione che più sia adatta ai vostri scopi, dovrete esaminare attentamente con un consulente esperto come redigere il contratto.
Non esitate a prendere contatto con la nostra azienda per scoprire quali sono le particolarità di un trust per disabili e, soprattutto, quali possono essere i benefici derivanti dalla sottoscrizione dello stesso, o ancora gli oneri dei quali bisogna farsi carico, per garantire a persone con problemi di salute un futuro sicuramente più sereno, anche quando voi purtroppo non sarete più al loro fianco.