Società Offshore

Home Servizi Società Offshore

Paradisi fiscali e Società offshore: che cos’è una società offshore?

Si definisce tale, una società che viene costituita all’estero. Generalmente, quando si parla di questa tipologia di azienda, si identificano come aziende offshore quelle costituite in paesi a volte lontani, con regimi fiscali agevolati o peso tributario contenuto, procedure burocratiche semplificate e diritto di privacy e riservatezza garantito dal segreto bancario.

Significato della società offshore

La società off-shore si può identificare in quel tipo di azienda che è registrata all’estero – basandosi sulle leggi del medesimo stato - lavorando però al di fuori della giurisdizione in cui è stata costituita e la società offshore è contrapposta alla società onshore, la quale invece lavora nella giurisdizione in cui viene costituita. Il motivo per cui solitamente si decide di aprire una società offshore – affidandosi generalmente ad una società fiduciaria - che effettui una consulenza per la costituzione di una società offshore – è la soddisfazione delle proprie necessità di business, ma allo stesso tempo, ottimizzando gli oneri di natura fiscale, nonché trovando condizioni operative migliori.

Costituzione società offshore

La costituzione di una società offshore in un “paradiso fiscale” è semplice e richiede poco tempo, ed è sicuramente una soluzione molto allettante, soprattutto quando si è abituati a vivere in contesti dove l’iniziativa di impresa non è sempre facilitata e lo sviluppo economico non sembri essere sfruttato al massimo. Un altro vantaggio evidente è pure la celerità della procedura per aprire una società offshore ad esempio pur rimanendo in Italia: tutto può avvenire tramite corrispondenza, ma soprattutto a costi contenuti e in alcuni stati è possibile anche aprire una società offshore online.
L’unica eccezione si può verificare in Svizzera: la costituzione di una società elvetica, difatti, richiede delle procedure leggermente diverse e più articolate, se confrontate a quelle utili per creare una società offshore in un altro paradiso fiscale. In Svizzera, inoltre, è richiesto un capitale minimo iniziale elevato rispetto alla media e, le spese di registrazione e costituzione di aziende offshore, incidono molto più pesantemente. Bisogna pure tenere in considerazione che, oggigiorno, le banche in Svizzera procedono con l’apertura di conti off shore spesso solo per clienti ed operazioni a partire da importi che superano il milione di dollari.

Cosa significa e perché scegliere la soluzione offshore? - Molti colleghi pensano che le società offshore a differenza di quelle onshore siano nate esclusivamente per eludere le tasse; in realtà, non è assolutamente così. La prima cosa evidente è che attraverso queste strutture giuridiche è sicuramente possibile spostare alcune attività particolarmente importanti in giurisdizioni appunto estere, e attraverso questa scelta, spesso si ottiene anche un risparmio fiscale o una maggior protezione dei beni da pretese avanzate dai creditori o in cause di divorzio.
A seconda del modello legislativo adottato dalla giurisdizione, un paradiso fiscale può consentire migliori condizioni per l’insediamento di attività economiche o di persone fisiche, garantendo esenzioni fiscali anche importanti, per chi va a creare ivi una società offshore, come nel caso del Principato di Monaco dove i redditi delle persone fisiche non sono tassati.
Nel caso invece di Panama, l’imposizione non avviene sui redditi che provengano dall’estero se si va ad aprire una società offshore a Panama. Insomma, ogni paradiso fiscale si è dotato di una legislazione per intercettare un certo tipo di clientela, interessata ora all’esenzione fiscale su alcuni redditi e ora ad un’imposizione invece ridotta su attività per le quali altrove esistano carichi fiscali troppo elevati per restare concorrenziali. Il mondo dei paesi offshore è contraddistinto da un alone di mistero, sebbene alcune stime pubblicate recentemente mettano in evidenza come il sessanta percento dei capitali, a livello globale, vengano movimentati attraverso questi piccoli centri, dove operano non soltanto finanzieri, politici e personaggi molto ricchi, ma anche professionisti e piccole aziende con fatturati superiori ai 40.000 euro annui.
Sfruttando una serie di società offshore poste nelle giurisdizioni adatte, le grosse società riescono ad ottimizzare il loro carico fiscale, facendo figurare in perdita le succursali che si trovano nei paesi ad alta tassazione e, al contrario, realizzando profitti – occultati alle amministrazioni fiscali aggressive – attraverso società schermo. Questi vantaggi delle società offshore indubbiamente degni di nota sono comunque alla portata anche di realtà aziendali di piccole dimensioni, giacché le pianificazioni fiscali internazionali sono a portata dei piccoli imprenditori, spesso spendendo anche cifre relativamente contenute per realizzarle, dai 3000 euro in su.

L’ingegneria fiscale: di che cosa si tratta? - Per meglio comprendere il significato di questa definizione, bisogna partire dal presupposto che l’elusione fiscale – a differenza dell’evasione – non è un’operazione sanzionabile: attraverso la corretta valutazione dei vantaggi per le società offshore presenti nelle giurisdizioni, infatti, è possibile attuare una corretta pianificazione fiscale – completamente legale – per ridurre l’onere fiscale che interessa la propria azienda offshore grazie a una consulenza mirata per la società offshore presso aziende specializzate con sede in Italia.
Al contrario, l’evasione fiscale è il tentativo di sottrarsi al proprio obbligo contributivo, un comportamento che è considerato delittuoso sin dalla notte dei tempi. D’altro canto, l’esistenza dei paradisi fiscali è conseguente alla presenza dei cosiddetti inferni fiscali, quelle giurisdizioni in cui sono presenti troppi oneri fiscali (spesso accompagnati da una legislazione contorta e difficile da comprendere).
L’elusione fiscale si realizza laddove un cosiddetto ingegnere fiscale riesca ad individuare, in funzione dell’attività economica svolta dal cliente, quelle oasi ovvero paesi offshore in cui sia possibile trovare le condizioni per ottenere un’imposizione di basso livello, combinando magari anche le transazioni tra più territori differenti, per beneficiare di un quadro fiscale finale particolarmente mite.
Dopo aver individuato le migliori giurisdizioni, tra società offshore e paradisi legali, il lavoro di pianificazione fiscale richiede anche un’analisi di tutte le norme – e in particolare dei trattati fiscali, nonché delle convenzioni contro le doppie imposizioni – permettendo in questo modo al cliente di riuscire a pagare legalmente meno tasse di quante ne avrebbe pagate senza ricorrere all’ingegneria fiscale.
Per evitare di sovraccaricare la propria attività imprenditoriale di oneri e, ancora, spesso proprio per permettere la sopravvivenza della propria impresa, è fondamentale affidarsi, per la costituzione della società offshore legale, alla consulenza di un ingegnere fiscale che conosca veramente le legislazioni, realizzando triangolazioni ed operazioni che siano sempre consentite dalle leggi, per non scadere nella fattispecie dell’evasione fiscale, che a differenza dell’elusione – lo ricordiamo – è un vero e proprio reato.

Che cos’è una cosiddetta attività offshore? - In linea di principio, un’attività economica offshore è normalmente gestita – de facto – da persone che si trovano in paesi contraddistinti da elevati livelli di tassazione e che, generalmente, desiderino realizzare un risparmio fiscale attraverso uno schema elusivo. Tuttavia, per far sì che ciò possa accadere in modo completamente legale, evitando problematiche, è importante che l’attività svolta dalle aziende offshore risulti davvero come gestita dall’estero, con fatturazione e incassi nella giurisdizione in cui si va a creare la società offshore.
Il denaro incassato sui conti societari (offshore) di questa persona giuridica, può essere impiegato come meglio si crede, tuttavia, è fondamentale evitare che vengano effettuati bonifici verso i vostri conti bancari “ordinari”. La soluzione, in questo caso, è utilizzare carte di credito o di debito, o ancora, svolgere triangolazioni attraverso altri conti: solo in questo modo potrete essere certi di non incappare in problematiche durante controlli fiscali.
Non tutti i clienti hanno necessità identiche e, per questo motivo, è bene studiare un modello di società offshore legale sempre relativamente allo scopo finale di quest’ultimo: a questo proposito, qualora foste clienti della nostra azienda, acquistandone i servizi, potreste beneficiare di una consulenza gratuita per aprire una società offshore, magari anche attraverso la creazione di uno schema ripetuto in diversi modi, incrementando il vostro livello di privacy, mettendovi al riparo da conseguenze spiacevoli. Tuttavia, è bene notare come non tutte le attività economiche – a causa della loro stessa natura – possano beneficiare completamente dei vantaggi di una struttura societaria offshore.

Quando si parla di vantaggi derivanti dalla costituzione di una società offshore a differenza di una società onshore è inevitabile non sottolineare che ve ne sono veramente tanti. Qui di seguito ve li elenchiamo:

  • Regime fiscale competitivo, con imposizione fiscale ridotta;
  • Beni immobili e risparmi sono tutelati;
  • Poche formalità da adempire per il mantenimento della società e per la contabilità;
  • Ottenimento di azioni al portatore (che offrono maggior anonimato);
  • Quadro giuridico favorevole all’insediamento di un’attività in ambito finanziario;
  • Nonostante il costo possa sembrare non sempre economico, in realtà una soluzione offshore non è costosa se paragonata ad un’azienda tradizionale.
Tutti i professionisti che hanno un’attività commerciale con utili superiori ai 30 mila euro, possono trovare nella costituzione di un’azienda offshore una via ideale per ridurre i costi fino all’80%. Il risparmio è evidente soprattutto per la rilevanza degli obblighi contabili, giacché in differenti giurisdizioni non sono richieste tasse (non dovendo compilare dichiarazioni fiscali come nelle giurisdizioni abituali) o la tenuta di un registro contabile. Altre località dove è possibile aprire una società offshore anche online, invece, richiedono un capitale minimo versato assai ridotto.
Stando alle stime raccolte negli ultimi anni, pare proprio che le aziende offshore siano ben rappresentate sul mercato globale, dato che oltre il 60% dei capitali mondiali è amministrato attraverso questi strumenti. Di conseguenza, è ancor di più aumentato il numero di persone che decidono di stabilirsi con l’azienda in un paradiso fiscale. In genere le aziende che richiedono questo tipo di soluzione sono quelle contraddistinte da un utile compreso tra i 100 e 200 mila euro annui e con dipendenti tra le 30 e le 120 unità.

Giurisdizione: quale scegliere per la propria attività? Per scegliere la migliore giurisdizione in paesi offshore per la propria società occorre tenere a mente questi elementi:

  • Affidabilità dei mezzi di comunicazione;
  • Politica ed economia stabili;
  • Reputazione mondiale buona;
  • Complesso diritto della società;
BSD opera in differenti giurisdizioni e tutte queste caratteristiche richieste, durante la valutazione di un paese, sono garantite. Naturalmente, sarà da tenere a mente pure il paese in cui si vive prima di scegliere una giurisdizione piuttosto che un’altra dove creare una società offshore, operando un confronto con il tipo di attività che si svolge.
I nostri professionisti sapranno aiutarvi nella scelta migliore, soddisfacendo le vostre necessità. Saremo in grado di offrirvi assistenza per il vaglio della soluzione migliore, cercando di valutare come aprire una società offshore e adottare la giurisdizione che più si addice anche allo scopo del business. I nostri consulenti, poi, potranno aiutarvi in qualunque momento, anche per quanto concerne la gestione dell’azienda offshore.
Tra le società offshore con maggiori vantaggi, ne abbiamo selezionate alcune che potranno aiutarvi a mantenere un’attività lavorativa competitiva e priva di inutili spese:
  • Società del Delaware
  • Società di Hong Kong
  • Società dell’Isle of Man
  • Società di altre giurisdizioni offshore