Si sente molto parlare del tema dei paradisi fiscali e, in pratica, si tratta di giurisdizioni estere dove vigono una bassa tassazione e agevolazioni fiscali per persone fisiche o aziende. Per questo motivo molte persone decidono di aprire un conto corrente estero senza residenza, personale o per la propria azienda.

CARATTERISTICHE DI UN CONTO ESTERO

Le caratteristiche sono diverse a seconda del tipo di conto senza residenza che si va ad aprire: è del tutto legale e comporta che si debbano fare le apposite dichiarazioni fiscali al proprio Paese di residenza. Ogni conto permette di effettuare un deposito di denaro, ritirare contante e ricevere o eseguire pagamenti (addebiti diretti o acquisti con carta di credito). Presso certe banche, è possibile aprire un conto online in Italia senza presentarsi di persona. Inoltre il cliente riceve un bancomat e ha la possibilità di usufruire dell’internet banking e lo stesso vale per un conto corrente italiano di un residente all’estero. Un conto corrente estero può ad esempio non avere commissioni bancarie sui prelievi allo sportello ed inoltre se si apre un conto estero in Inghilterra questo non è soggetto alle doppie imposizioni dei mercati di riferimento nel mondo. Per questo viene preferibilmente scelto da imprenditori per poter effettuare transazioni a livello globale, senza problematiche derivanti da black list e limitazioni simili.

CONSULENZA PER APRIRE UN CONTO CORRENTE ESTERO

Si deve anche sottolineare che aprire un conto per stranieri non residenti è piuttosto facile e in molte banche si può aprire senza presentarsi di persona alla filiale della banca scelta. È pur vero però che le vigenti normative locali del Paese scelto potrebbero prevedere particolari forme di tutela della privacy o escludere norme particolarmente favorevoli per il conto indicato.
Per non sbagliare, conviene quindi richiedere la
consulenza di professionisti del settore che sapranno:

  • indicarvi la modalità migliore per aprire un conto corrente all’estero con tassazione agevolata;
  • trovare il Paese più adatto alle vostre esigenze;
  • darvi particolari consigli utili per mantenere la discrezione e la riservatezza nell’aprire un conto estero anonimo o gestire un conto estero non dichiarato ove non vige tale obbligo.

DOCUMENTI PER APRIRE UN CONTO ALL’ESTERO

Quindi per aprire un conto bancario in un altro Paese senza avere la residenza i documenti da presentare, in linea di massima, sono quelli che si presentano nella normale apertura di un conto: 

  • Una copia del passaporto e della carta d’identità;
  • Lettera referenziale di almeno due banche diverse del proprio Paese o di una banca e un commercialista del proprio Paese.
  • Se il conto è societario, viene a volte richiesta una copia dei documenti della società e certificato di vigenza, ma non tutte le banche lo richiedono.

Contatta i consulenti BSD per aprire un conto corrente estero in perfetta legalità e sicurezza.

aprire un conto offshore