Esiste una lista di paradisi fiscali nel mondo, ovvero di paesi che possono godere di fiscalità privilegiata e basse tassazioni, che possono soddisfare le esigenze delle persone e i loro bisogni particolari, riguardanti il lato fiscale. Quindi per conoscere quali sono i paradisi fiscali nel 2017 e trovare la giurisdizione adatta che offra i migliori vantaggi spostando la propria ditta in questi paesi o aprendo un conto offshore, si deve consultare dei professionisti del settore che sappiano indicare la strada migliore da percorrere per attuare queste iniziative e non incappare in errori burocratici o fiscali non conoscendo le normative specifiche di un dato paese scelto come paradiso fiscale.

COSA SONO I PARADISI FISCALI

Il significato dei paradisi fiscali è quindi quello di essere giurisdizioni che offrono particolari agevolazioni spesso anche ai non residenti, per chi apre li la propria attività o vuole aprire un conto corrente bancario sia come privato che come azienda. La peculiarità di questi paesi paradisi fiscali nel mondo è che non sono solamente delle isolette sperdute nell’oceano ma ci sono tanti e diversi paradisi fiscali in Europa. Ad esempio il Lussemburgo, la Svizzera, l’Austria, l’Inghilterra solo per citarne alcuni.

SCAMBIO AUTOMATICO DI INFORMAZIONI

Ognuno di questi paesi appartenenti alla lista dei paradisi fiscali ha delle caratteristiche diverse, ad esempio la Svizzera non fa più parte dei paradisi fiscali in black list dal momento in cui è caduto il segreto bancario dei paradisi fiscali che occupava un posto storico in Svizzera. Dal primo gennaio di quest’anno infatti ha preso il via lo scambio di informazioni fiscali tra il governo elvetico e le autorità dei paesi esteri per cittadini non domiciliati in Svizzera in base all’accordo sullo scambio automatico delle informazioni fiscali, elaborato dall’OCSE (l’Organizzazione per lo Sviluppo Economico) e da vari governi europei.

Anche il Lussemburgo ha aderito agli standard internazionali in materia di scambio di informazioni fiscali con gli altri paesi. In realtà entrambi offrono comunque dei vantaggi per le aziende che prendono sede presso di loro, ad esempio iva molto bassa, tassazione sui redditi giusta. Questo li rende ancora parte della lista dei paradisi fiscali nel mondo

Nell’elenco dei paradisi fiscali nel mondo si annoverano oggi quindi paesi che fanno parte della black list ovvero non cooperativi, paesi in lista grigia e paesi in white list quindi molto cooperativi a livello internazionale con gli altri governi.

ALCUNI IMPORTANTI PARADISI FISCALI

Tra questi paradisi fiscali nel mondo tra i più agguerriti ci sono:

  • Antigua e Barbuda dove si può avere l’esonero totale dalle imposte sui redditi che sono generati all’estero per chi ha la nazionalità in quei luoghi.
  • Principato di Monaco che permette a ogni suo abitante l’esenzione dalle tasse e dove vige ancora il segreto bancario dei paradisi fiscali.
  • Andorra, che è la nazione più piccola d’Europa, e qui non esistono tasse sul reddito personale. Le società invece pagano un10% solo su profitti superiori a 50mila euro.
società offshore nei paradisi fiscali