Molti oggi decidono di aprire un conto corrente estero, pur lavorando e vivendo in Italia, e le domande che vengono in mente più spesso sono se conviene aprire un conto corrente estero, quale tassazione ha un conto corrente estero, i vantaggi che se ne possono trarre anche se si vuole aprire un conto all’estero senza residenza.

VANTAGGI DI APRIRE UN CONTO CORRENTE ESTERO

Innanzitutto le banche estere se di paesi economicamente e socialmente stabili, offrono di sicuro molti vantaggi, in primis quello di una solidità senza rischi di crollo finanziario legato alla crisi economica sopra tutto in paesi fuori dall’euro. Quindi prima di aprire un conto estero si deve anche capire dove conviene aprire un conto corrente all’estero e quale giurisdizione potrebbe essere la migliore a seconda delle nostre esigenze finanziarie.

NORMATIVE DI LEGGE ITALIANE PER I CONTI ESTERI

Bisogna precisare che per tutti i conti correnti che si vanno ad aprire in banche estere, sia di paesi Ue che extra Ue, ci sono le tasse sugli interessi e l’imposta di bollo, come succede anche nelle banche nel nostro paese.
Inoltre se sul conto si trasferiscono più di 15.000 euro all’anno vanno dichiarati al fisco. Tutti gli spostamenti di denaro vanno fatti tramite bonifico bancario in modo che possano essere tracciabili sul conto corrente estero per la dichiarazione dei redditi nel proprio paese.
Nella tassazione del conto corrente all’estero dal 2015 è stato alzato, con entrata in vigore dall’anno successivo, il tetto della soglia da dichiarare nel quadro rw del conto corrente estero per la dichiarazione dei redditi.

TASSAZIONE DEL CONTO CORRENTE ESTERO

Per un conto corrente all’estero vige la tassazione che equivale all’imposta di bollo dei conti in Italia, secondo L’Ivafe ovvero l’Imposta sul Valore delle Attività Finanziarie all’Estero.
Questa tassazione italiana si applica alle persone fisiche residenti in Italia che hanno conti correnti o libretti di risparmio all’estero.
La tassazione ammonta al 2 per mille annuo sul valore dei prodotti finanziari e viene applicata dal periodo di imposta 2014.
Ovviamente chi risiede all’estero o ha delle attività all’estero, avrà ancora maggiori vantaggi nell’aprire un conto.

lista dei paradisi fiscali