All’interno dell’Unione Europea, ci sono delle nazioni in cui è possibile approfittare di condizioni favorevoli per l’apertura di determinate tipologie di conti bancari: a titolo di esempio, infatti, in Austria il segreto bancario offre condizioni operative interessanti a chi voglia gestire il proprio denaro presso una banca di questo paese, che comunque non è in alcuna black list. Scegliere di aprire un conto corrente in Austria può essere una valida opzione per chi voglia beneficiare di servizi all’altezza delle aspettative e, con il giusto passaporto, voglia comunque approfittare di una maggior tutela della sua privacy bancaria, considerando appunto come il segreto bancario in Austria sia garantito a determinate categorie di persone e società. Scegliere quindi di aprire un conto corrente bancario in loco, è sicuramente il modo giusto per evitare che i propri soldi siano tutti concentrati in un’unica giurisdizione, soprattutto per quanto riguarda eventuali difficoltà economiche e, soprattutto, per l’applicazione di determinate normative nazionali che possano essere abbastanza contrarie alla libertà economica degli individui.

Non bisogna del resto dimenticarsi di dire che gli istituti bancari presenti all’interno di questo paese, beneficiano dello statuto europeo dell’Austria e, di conseguenza, non sono nemmeno inseribili all’interno delle banche che hanno sede in paesi black list, un vantaggio non indifferente per evitare di essere monitorati continuamente dal punto di vista della libertà operativa bancaria. Per comprendere se possa essere conveniente, nel vostro caso, aprire un conto corrente in Austria da utilizzare con la vostra società oppure per la vostra persona, dovrete sempre tenere presente le varie condizioni operative offerte, o ancora, se sia applicabile nel vostro caso il segreto bancario dell’Austria, che può garantirvi una maggior privacy nella conduzione dei vostri affari aziendali.

Pur essendosi allineata agli standard dell’OCSE in materia fiscale, infatti, in Austria il segreto bancario è una vera e propria disposizione costituzionale, con il risultato che la protezione della riservatezza è garantita: tuttavia, la stessa non è sicuramente più valida per tutti quei paesi con i quali il paese abbia deciso di stringere nuove CDI in cui si rinunci all’applicazione dello stesso. Soltanto con i consigli di un professionista che conosce bene le normative attuali e la loro evoluzione, è possibile valutare correttamente se convenga aprire un conto corrente in Austria e, soprattutto, in quali occasioni la giurisdizione possa offrire dei vantaggi concreti per l’imprenditore, evitando così che il segreto bancario in Austria rimanga soltanto un concetto sulla carta.

Volete scoprire in che modo in Austria il segreto bancario possa offrirvi maggiore privacy in termini di semplicità nello svolgimento degli affari? Prendete contatto con i nostri professionisti e ponete loro tutte le domande del caso per individuare una risposta che sia davvero confacente ai vostri quesiti.